Pavimenti in Resina: Prezzi e Vantaggi

Solliciter un devis

Le numéro est incorrect. Merci de vérifier le code du pays, préfixe et numéro de téléphone.
En cliquant sur 'Envoyer', je confirme que j'ai lu le Politique de confidentialité et j'accepte que mes informations précédentes soient traitées pour répondre à ma demande.
Note : Vous pouvez révoquer votre consentement en envoyant un e-mail à privacy@homify.com

Pavimenti in Resina: Prezzi e Vantaggi

Claudia Adamo – homify Claudia Adamo – homify
Salon moderne par Resin srl Moderne
Loading admin actions …

Rispetto a quanto accadeva in passato, oggi la resina viene utilizzata non più soltanto nell'edilizia industriale, nei centri commerciali o negli ospedali per sfruttare la sua grande capacità di resistenza meccanica, ma da un po' di tempo è sempre più apprezzata nell'edilizia privata; infatti, il pavimento in resina sta conquistando un numero crescente di persone, che apprezzano come questa tipologia di pavimento riesca ad abbinarsi agli arredi nonché il suo alto grado di personalizzazione, ossia la possibilità di rendere unico il pavimento della nostra casa attraverso l'impiego di particolari coloranti per far sì che si crei la fantasia desiderata.

In questo articolo sveleremo tutto quello che c'è da sapere sulla resina per pavimenti, dalla composizione ai vantaggi, dalla messa in opera ai costi.

Composizione e impiego della resina per pavimenti

La resina per pavimenti si ottiene attraverso un'attenta miscela di silicati inorganici naturali con inerti speciali, che variano in durezza, granulosità e altre caratteristiche diverse a seconda della tipologia d'impiego e il grado di finitura che si desidera raggiungere. Una delle svariate particolarità del pavimento in resina consiste nella sua messa in opera, che non avviene attraverso mattonelle o listelli di legno, bensì essa viene stesa e livellata sulla superficie con un'apposita spatola. Tuttavia, sono sempre più diffuse tipologie di resine autolivellanti, che quindi si distribuiscono in maniera uniforme e omogenea, evitando la formazione di avvallamenti. 

E' molto importante che un esperto analizzi tutti gli elementi per individuare il tipo di supporto su cui applicare la resina, le caratteristiche di resistenza e reazione chimico-fisiche e, ovviamente l'aspetto estetico finale. Una volta che la resina si sia stesa per bene, la superficie sarà monolitica, per via dell'assenza totale di fughe e giunti e per di più, lo spessore dello strato di resina sarà di 3-4 mm, per cui non risulterà necessario avviare altri lavori di adeguamento di infissi, porte etc.

Tutti i vantaggi del pavimento in resina

Scegliere un pavimento in resina per la propria dimora significa poter beneficiare di numero vantaggi, sebbene l'impiego di tale materiale nelle abitazioni non sia ancora ampiamente conosciuto, come accade invece per il parquet, il gres o il marmo. 

Innanzitutto, il pavimento in resina, essendo monolitico e uniforme consente di non dover lottare contro fughe e giunti e quindi contro muffe e batteri che vi si annidano costantemente. La resina non necessita di prodotti specifici per la pulizia, grazie all'impermeabilità della superficie. In secondo luogo, si può sovrapporre ai pavimenti esistenti in maniera veloce, così come lo è la sua manutenzione: infatti, il pavimento in resina può essere rinvigorito attraverso pochi passaggi, senza dover rimuovere lo strato, con relativi costi contenuti, consentendo di poterlo rinnovare più volte. 

Ciononostante, questo tipo di pavimentazione è resistente e durevole nel tempo, richiedendo soltanto piccoli accorgimenti, come evitare il contatto con sostanze acide. Ancora, il pavimento in resina presenta uno spessore di soli 3-4 mm, caratteristica che permette di evitare ulteriori lavori, nello specifico l'adeguamento di porte e infissi; può essere tranquillamente utilizzato con un riscaldamento a terra, senza subire il benché minimo danno, oltre ad avere un'ottima conducibilità termica.  

Infine, la resina è un materiale che favorisce la creatività del designer poiché si può accompagnare ad altri materiali come il legno o il cotto, consente di personalizzare la colorazione, le decorazioni e la texture: lucida, opaca, ruvida, satinata, le opportunità di scelta sono molto ampie. 

Prezzi

Nel corso di questo libro delle idee abbiamo parlato più volte delle caratteristiche dei pavimenti in resina che vanno a incidere sul prezzo finale. Per cominciare, la resina autolivellante presenta costi decisamente maggiori, così come lo saranno eventuali lavori di preparazione  della superficie che ospiterà lo strato di resina. Ancora, lo spessore e le finiture superficiali rappresentano altri fattori che inevitabilmente andranno a incidere nella formulazione del prezzo finale. 

- Nonostante tutte queste varianti, è possibile stabilire un costo, considerando un sottofondo integro, privo di crepe e avvallamenti: prezzo di circa 40 /50 euro al mq per superfici monocromatiche, di 2 mm di spessore. 

- I prezzi lievitano abbondantemente per un pavimento in resina di 4 mm di spessore, combinato con altri materiali quali mosaici, inserti particolari o decorazioni personali: circa 130 euro

In ogni caso, consigliamo di non optare per un pavimento in resina per superfici al di sotto dei 50 mq, una scelta economicamente poco vantaggiosa rispetto al prezzo.  

Per saperne di più: Tutto quello che devi sapere sui pavimenti in resina

La messa in opera di un pavimento in resina

La preparazione del sottofondo rappresenta il primo atto della messa in opera del pavimento in resina e consiste nel rimuovere la polvere e procedere con dello stucco idoneo affinché la superficie sia regolare e privo di crepe; se si tratta di un supporto di nuova realizzazione, bisogna applicare uno strato di primer sul massetto, livellarlo per bene, per permettere alla resina di aderirvi adeguatamente; qualora al resina dovesse essere applicata su delle mattonelle preesistenti, consigliamo di migliorare l'adesione della resina a queste, rimuovendo lo strato superficiale delle piastrelle.

Detto questo, si procede alla stesura della resina che può avvenire attraverso l'utilizzo del rullo o della spatola: il primo, viene impiegato quando lo strato da realizzare deve essere particolarmente sottile mentre per uno spessore standard viene adoperata la spatola. 

Il tempo di asciugatura del pavimento in resina varia a seconda dello spessore del pavimento e condizioni climatiche, passando dalle 48-36 ore per gli strati più sottili ai 6-7 giorni per uno spessore maggiore.La lavorazione successiva prevede la carteggiatura della superficie in resina per eliminare le eventuali imperfezioni.

Quali svantaggi presenta il pavimento in resina?

Come in qualsiasi cosa, anche per il pavimento in resina i difetti non mancano, ad iniziare dal supporto dello stesso, che può presentare delle crepe o microcavillature, capaci di influire sulla buona riuscita della messa in opera dello strato di resina. Quindi, prima di stendere la resina, assicurarsi che il supporto sia privo delle suddette caratteristiche.

La superficie del pavimento in resina è abbastanza delicata, soggetta a usura, a causa delle abrasioni dovute ai tacchi delle scarpe, ad oggetti che cadono violentemente o alle unghie dei nostri amici a quattro zampe: tali segni risultano più evidenti sui pavimenti monocromo o lucidi. Inoltre, il problema dell'ingiallimento affligge questo tipo di pavimento per via della sua scarsa resistenza ai raggi UV del sole, ma per correre ai ripari, si può scegliere di utilizzare speciali additivi anti-UV, acquistabili nei negozi specializzati.  Per saperne di più, consigliamo Tutto quello che devi sapere sui pavimenti in resina.

La resina per rivestire le pareti di casa

Si è parlato ampiamente dei vantaggi del pavimento in resina, della semplicità della posa in opera e l'altrettanto semplice manutenzione: Per tali motivi, la resina può essere impiegata anche per il rivestimento delle pareti della propria casa, offrendo una valida alternativa alla classica pittura. Anche in questo caso, può essere applicata a a diverse tipologie di supporto, come pannelli in legno, intonaco, cartongesso etc.

Grazie all'utilizzo di innumerevoli colori, è possibile creare qualcosa di unico e personale, a seconda dei propri gusti: effetto marmorizzato, opaco, effetto cemento, oltre che un numero infinito di disegni, come è ben visibile dalla fotografia in alto. Inoltre, si possono creare anche rivestimenti (pavimento e pareti) in 3D tramite l'inserimento di una stampa nel penultimo strato di resina, ma ovviamente i costi e il procedimento di realizzazione sono decisamente più impegnativi. I costi lievitano ulteriormente se l'immagine è stata realizzata da un artista.

Per avere la giusta ispirazione: 7 pavimenti in resina che ti convinceranno  a cambiare il tuo

Il pavimento in resina per gli esterni

Il pavimento in resina è utilissimo anche per gli spazi esterni, non soltanto degli edifici industriali o sportivi, ma anche per gli spazi dei casa. Questo materiale viene utilizzato per parcheggi, cortili e vialetti pedonali, ma ovviamente, non si tratta dello stesso tipo di resina utilizzato nelle abitazioni civili: è una resina poliuretanica multistrato, adatta a resistere agli agenti atmosferici, agli sbalzi termici, temperature estreme, nonché agli oli delle macchine e ai forti carichi di esercizio.

Anche per questo tipo di resina, la semplicità nel rinnovare lo strato superficiale la rende estremamente versatile poiché consiste nell'applicare semplicemente un nuovo strato superficiale.

Pavimenti in resina: gallery

Murs & Sols modernes par Resin srl Moderne

Murs & Sols modernes par Resin srl Moderne

Salon moderne par Resin srl Moderne

Salle à manger moderne par Resin srl Moderne

Murs & Sols minimalistes par Inmateria Minimaliste

Murs & Sols modernes par Resin srl Moderne

par TB Studio

Murs & Sols minimalistes par Resin srl Minimaliste
Maison de Village Maisons modernes par Lautrefabrique Moderne

Besoin d’aide pour votre projet de maison ?
Contactez-nous !

Trouvez l’inspiration pour votre maison !